BIOGRAPHY

MAURO CUCCU

Parlare di questo blog è un po’ come parlare di sé e parlare di sé non è mai facile.

Giornalistaletterario.it è uno spazio di approfondimento culturale, da parte di chi ritiene che i libri, non solo possano cambiare la vita di chi li legge, ma rappresentino anche l’unico strumento che l’uomo possiede per rendere migliore il mondo in cui vive.

“La lettura è un’immortalità all’indietro”. Si dovrebbe partire da questa bellissima affermazione di Umberto Eco, provando a stravolgere l’ordinario concetto di immortalità, invertendone la direzione, proprio per infondere un nuovo e più profondo valore all’azione di leggere.

S ono un giornalista pubblicista, editor, blogger, studente di filosofia, ma soprattutto sono un lettore affetto dalla “sindrome del lettore compulsivo”.

Nell’epoca della gioventù ho messo in piedi una piccola biblioteca privata, composta da diverse centinaia di libri, alla quale cerco di dare sempre un costante contributo, soprattutto in termini qualitativi. Non si può parlare di letteratura senza citare una stupenda frase di Jorge Luis Borges:

Che altri si vantino delle pagine che hanno scritto; io sono orgoglioso di quelle che ho letto”.

Vista l’epoca di decadenza socio-culturale, di egoismo, d’insana noia, apatia, delirio e involuzione morale in cui siamo incappati, questo elogio alla lettura, da parte di uno dei più grandi scrittori del Ventesimo secolo, mi sembra quanto mai attuale.

Giornalistaletterario.it come luogo d’incontri dunque, dove il lettore è protagonista e scopre la flebile traccia di un autore o l’impronta leggera di un libro. In questo sito troveranno spazio scrittori, poeti e soprattutto filosofi che hanno segnato un’epoca, altri che la segneranno, libri sconosciuti ai più e altri conosciutissimi, insieme ad alcuni grandi capolavori, senza dimenticare che i veri capolavori sono quelli che si accordano meglio alle nostre corde.

La vita, come le stagioni, è ciclica e all’interno di questo ciclo, spesso sono i libri anziché le persone, a rivelarsi determinanti: gli unici capaci di dare un senso all’esistenza di un individuo.

L ’idea di questo luogo d’incontro è di natura romantica e posso tradurla come il desiderio di voler descrivere in qualche modo la realtà attraverso i libri e cercare all’interno degli stessi testi i pezzi di quella realtà e di quella vera sacralità smarriti, riportandoli alla luce tramite le recensioni e offrendo ai lettori importanti spunti di riflessione. A pensarci bene, un secondo e non meno importante obiettivo di questo sito è quello di persuadere i lettori, non solo con meticolosa accortezza ma anche con deferente e conscia presunzione, che i libri sono davvero gli unici strumenti che possono cambiare la vita delle persone e il tempo speso per leggere altro non è che il tempo utile per crescere ed evolvere.

Max Leopold Wagner, etnologo e glottologo tedesco di fama mondiale, fece propria la famigerata massima di Goethe che anche io tempo addietro feci mia:

Uno sguardo ai libri e due alla vita

Max Leopold Wagner

Indicando il tracciato ideale su cui percorrere un’intera esistenza e rimarcando la stretta connessione che c’è tra leggere e vivere. Mi verrebbe da aggiungere, a sostegno di questa eccellente intuizione, che senza quel primo decisivo sguardo sui libri è praticamente impossibile affinare veramente la vista, in preparazione del secondo determinante sguardo sulla vita.